penna

Carlo Benedetti

imprenditore piacentino - pioniere della Radio


Benedetti Carlo nel 1956

Carlo nasce a Piacenza nel 1905 da Giuseppe Benedetti e Desolina Spagnoli, il padre era capo calzolaio dell'esercito ed operava nelle caserme cittadine. Il figlio Dino ne erediterà poi la stessa attività.


1914 i genitori Giuseppe e Desolina con Carlo Franco Mario Ettore

Il primogenito di sette fratelli, Carlo, coltiva la passione per la meccanica ed elettronica. Lavora come idraulico nella ditta Maserati di via Taverna; viene mandato come capo cantiere in Piemonte nella zona dei laghi d'Orta e Maggiore per costruire acquedotti. In quel periodo conosce e poi sposa M. Maddalena Ranzini, dal loro matrimonio nascono Napoleone e Desolina. Ritorna a Piacenza e inizia a costruire Radio in uno scantinato di via Roma, smantellato poi dai rivoltosi. Durante la guerra del 1940-45 viene inviato come Radiotelegrafista al fronte Greco-Albanese dove viene ferito; congedato trascorre la convalescenza a Cassimoreno ed in Valsesia dove la famiglia risiede presso la trattoria dei suoceri. Facendo la spola, a volte anche in bicicletta, fra Piacenza e Cavallirio (Novara) apre il primo negozio a Borgomanero con un socio locale ed i fratelli Franco e Sandro per vendere le Radio da lui costruite a Piacenza.


1939 Borgomanero negozio Idro Radio

Finita la guerra si trasferisce in via san Donnino 23. Con un camion funzionante a legna-carbone carica la famiglia e le poche masserizie ed intraprende un avventuroso viaggio, fra strade interrotte e ponti di barche, verso Piacenza. Apre il primo negozio di Radio ed Elettrodomestici in via Garibaldi 93. Ottiene la concessionaria della Butangas; nel 1948 costituisce la società Emiliana Gas con sede in via Campagna, per la distribuzione delle bombole del Gas in città e provincia.


1956 negozio sede di via Garibaldi 93 con Gianni Poggi



Fiat 500 Giardinetta pubblicitaria

Nel 1950 viene insignito dell'onorificenza di Commendatore per i suoi meriti sociali ed imprenditoriali. Nel 1955 partecipa con un suo stand alla 1° Mostra degli Idrocarburi tenutasi sulla circonvallazione di via XXV Aprile; conosce i fratelli Salvarani ai quali affida la costruzione di un mobile da cucina (progettato dal fratello Sandro) per contenere la bombola ed il fornello. Attivo, dinamico è sempre alla ricerca di prodotti innovativi e di qualità da offrire alla sua clientela. Inizia la costruzione del centro direzionale di via Ghittoni 3. Durante una delle tante visite alle varie mostre del settore incontra, a Trento, Max Grundig che esponeva i suoi prodotti Radio e Registratori in uno stand spartano. Sorpreso per l'eccellenza del suono e del design innovativo si propone come concessionario per le tre provincie di Piacenza, Pavia e Parma. L'incontro produrrà una proficua collaborazione con la casa tedesca e l'Austro Ital dei fratelli Benvenuto di Lavis (trento), per un trentennio (1948-1980), questo grazie anche alla disponibilità e lungimiranza della Banca di Piacenza.


1° mostra idrocarburi 1955


Carlo Benedetti con Max Grundig Milano 1957

Benedetti organizza assieme al figlio Napoleone una rete commerciale di 10 punti vendita con annessi laboratori di assistenza. Con i fratelli Sandro ed Ettore gestisce i quattro negozi di Piacenza, uno a Roma gestito dal Fratello Franco, altri a Parma - Voghera - Vigevano. Appassionato pescatore nei ritagli di tempo inventa e costruisce poi un automatismo per la pesca a fondo denominato (Fondoscat).


pesca con il dispositivo Fondoscat


negozio di Roma gestito dal fratello Franco 1949


negozio via Roma gestito dal fratello Sandro 1952


negozio Casa della Musica gestito dal fratello Ettore 1960

In occasione del giubileo Grundig 1949/1959 organizza una serata musicale gratuita al Teatro Municipale invitando noti artisti fra questi anche Alighiero Noschese. Nel 1973 costruisce un TV 15" a schede per i motel Agip su progetto del figlio Radiotecnico. Con l'avvento dei vari centri commerciali le concessionarie vengono meno, per cui i Radiolaboratori Benedetti sono costretti ad un graduale ritiro delle varie attività. L'imprenditore Carlo Benedetti muore a Piacenza nel 1979.


1959 giubileo Grundig al teatro Municipale